PRODUZIONI

Le produzioni teatrali dell’Agricantus propongono diverse sfaccettature di teatro identitario, contemporaneo e delle nuove generazioni. La Cooperativa, per la realizzazione della propria attività di produzione, si avvale di un nucleo artistico formato dagli attori stabili (Ernesto Maria Ponte, Sergio Vespertino, Marco Manera), con aggiunta per il primo anno 2018 di Marco Simeoli, Salvatore Mancuso, Salvatore La Mantia, Michele Privitera, Alessandra Falci e Clelia Cucco, per il teatro identitario, dagli attori stabili (Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Anna Malvaso e Jey Libertino), con aggiunta per il primo anno 2018 di Fabrizio Sansone, Federico Sansone (quest’ultimi formati nella nostra Scuola di Attori), per il teatro delle nuove generazioni e dagli attori stabili (Roberto Burgio, Elena Pistillo, Giuditta Perriera), con aggiunta per il primo anno 2018 di Dario Frasca, per il teatro contemporaneo, caratterizzato dalle loro capacità espressive e mimetiche inconfondibili. Attori che fisiologicamente si inseriscono nell’alveo collettore tracciato dall’Agricantus in questi anni di lavoro e ricerca, nel segno di una tradizione mobile, che si nutre di apporti sempre ricchi e diversi, e della conservazione della memoria. Di quella antropologica e di quella linguistica, della cultura materiale e delle lingue materne. Tutto questo trova una scintillante consustanzializzazione nelle modulazioni attoriali, dando fondo alle risorse linguistiche giocate in direzione anche dell’effetto carezzevole della lingua popolare, quasi materno e protettivo, insomma una sorta di liquido amniotico di parole, o dell’intonazione corrosiva e al vetriolo in lingua, che fa il verso allo slang giovanilistico non ignorando l’inflessione dei padri, creando in tal modo irresistibili effetti e spiazzanti cortocircuiti.